Area Espositiva

La Fiera di Genova è nel centro della città e si estende sul mare, dal quale è stata ricavata all’inizio degli anni ’60 grazie a una complessa opera di riempimento. Il progetto urbanistico complessivo è dell’ing. Luigi Carlo Daneri, gli edifici originari hanno visto al lavoro alcuni dei migliori progettisti dell’epoca, dallo stesso Daneri per la palazzina uffici e la pensilina d’ingresso, a Franco Sironi, Leo Finzi, Remo Pagani e Lorenzo Martinoia per il Palasport, Vito e Gustavo Latis per i padiglioni D e B1, Maurizio Vitale, Domenico del Vecchio e Edoardo Salzano per il padiglione C e l’NFA (ex Ansaldo) e poi ancora G.F. Pulitzer, G.L. Giordani e Angelo Mangiarotti. Molti sono stati i cambiamenti intervenuti negli anni per soddisfare le mutate esigenze fieristiche, tesi a valorizzare la straordinaria posizione sul mare, unica per un quartiere fieristico.
L’attuale area espositiva comprende il padiglione Blu progettato da Atelier Jean Nouvel, ampi spazi all’aperto, una tendostruttura sul mare e due marine in grado di ospitare imbarcazioni fino a ottanta metri di lunghezza.

Il padiglione Blu è stato progettato da Atelier Jean Nouvel ed è stato inaugurato nel 2009. L’edificio, direttamente affacciato sul mare, si sviluppa su due piani a uso espositivo e un piano intermedio dedicato a sale convegni, servizi e uffici.
La superficie espositiva complessiva è di ventimila metri quadrati. L’ampio uso di superfici vetrate e di controsoffitti riflettenti integrano perfettamente la struttura con l’acqua che la circonda.
offrono grandi possibilità di utilizzo: esposizioni, eventi sportivi, concerti e spettacoli.

La tendostruttura, costruita nel 2001, è affacciata sulla darsena prospiciente il Palasport. Ha una superficie coperta di novemila metri quadrati e offre grandi possibilità di utilizzo: esposizioni, eventi sportivi, concerti e spettacoli. Le sue caratteristiche architettoniche con la copertura ad ala di gabbiano e stralli alti quarantacinque metri la rendono uno dei tratti distintivi dell’area fieristica.

Le marine, di cui una gestita direttamente, sono state realizzate nel 1988 la prima e nel 2006 la seconda. Hanno rispettivamente una superficie – comprensiva di specchio acqueo, banchine e piazzali – di 40mila e 70mila metri quadrati.

IL QUARTIERE
IL PADIGLIONE BLU
LE MARINE